Posts Tagged 'processo'

I Pensatori…

Il-pensatore-di-Rodin

Non voglio tornare su questo, ma alla domanda che era giusto pormi (cioè quella sulle frequentazioni con minorenni, ndr) ho già risposto in modo preciso.

Non credo ci sia più bisogno di andare in Parlamento. Ne hanno già parlato tanto gli altri

Silvio Berlusconi sul “caso Noemi”.

Non crede. Decide lui. D’altronde quando uno non ha i valori di “Novella 2000” ma possiede quelli di “Panorama”, “Chi”, “Cosmopolitan”, “Grazia” o “Donna Moderna” può permetterselo.

E’ chiaro (che il premier) ha agito in piena legittimità, anche con riferimento alla facoltà che a persone estranee alla delegazione (sia offerto) un passaggio sull’aereo di Stato assegnato al suo servizio. Ovvio, tra l’altro, che l’imbarco aggiuntivo di uno o più passeggeri su un volo già programmato non comporta alcun aggravio di spesa

Comunicato stampa di palazzo Chigi all’ANSA, sull’ipotesi di peculato nei voli di stato

Peccato che non fosse “aggiuntivo” ma fosse unico passeggero una persona fuori dalla delegazione. Uè Silvio, mi dai uno strappo che sennò faccio tardi alla tombolata con gli amici?

Il reato di immigrazione clandestina non prevede il carcere ma prevede solo un processo.

Angelino Alfano al TG1, stamattina.

Cosa serve allora? Vogliono indietro i soldi di qualcosa? Solitamente o si va in carcere o si deve risarcire qualcuno o la combinazione delle due. In questo caso? Dimostrazione ancora una volta che Angelino “Jolie” Alfano non sa di che cosa parla.

Noi 80 milioni di turchi in Europa non li vogliamo perchè siamo fieri delle nostre radici cristiane.

Il deputato in lista per le europee nella Lega Nord, non ricordo il nome, stamattina.

Ma l’“amico Erdogan” che passa amabilmente le sue ore al telefono con Berlusconi lo sa?

Si è riaperta un’inchiesta su Ustica e ho testimoniato: c’era un aereo francese che si mise sotto il Dc 9 Itavia e lanciò un missile per sbaglio. […] I francesi non lo diranno mai. E se qualche giornalista insiste, chissa’ che non abbia un incidente d’auto.

Francesco Cossiga sul caso Ustica.

Il “picconatore” e il segreto di Pulcinella.

(Berlusconi è un) anziano libertino, buffone sciovinista (che si accompagna) con donne che hanno 50 anni meno di lui, abusando della sua posizione per offrire loro lavori come modelle, assistenti personali o persino, assurdamente, candidate per l’Europarlamento.

“Cade la maschera del clown”, articolo apparso oggi sul Times.

Quel comunistaccio di Murdoch…

dulcis in fundo:

La sinistra, come e’ sua abitudine, mistifica la realta’ e tenta di addossare la responsabilita’ della crisi economico-finanziaria dell’ AMIA, Azienda per la raccolta dei rifiuti, alla amministrazione comunale di Palermo.
La verita’ e’ che l’ex sindaco Orlando e la sinistra hanno lasciato in eredita’ al sindaco Cammarata un enorme bacino di precari, oltre 7.000 persone, e Cammarata ha dovuto assumersi l’onere di una stabilizzazione costosa per le casse comunali.

Silvio Berlusconi, AGI

Quattro imprecisioni:

  1. L’ex sindaco è proprio lo stesso Cammarata. E’ infatti stato rieletto (con brogli accertati) nel 2007. Quindi il centrodestra governa Palermo dal dicembre 2001, ovvero 7 anni e mezzo. (Wiki)
  2. Per quanto riguarda Orlando (sindaco dal 1993 al 2001): “Il periodo della sua sindacatura, pur fra scelte molto controverse, viene da molti ricordato come “la primavera” di Palermo, sia per la notevole attività di promozione e recupero dell’immagine della città in Italia e nel mondo sia per la promozione di una cultura della legalità anche in ambito culturale ed educativo.” L’eredità.
  3. Amia è un’azienda che continua a crollare: solo nel biennio 2007-2008 il Sole24Ore nota una perdita di 45milioni di euro. E gli sperperi sono al vaglio dei magistrati: alcuni dirigenti del PdL sono accusati di spese folli, tipo 300mila euro in voli, hotel e vitto per una gara d’appalto negli Emirati Arabi, pur sapendo di non poterla fare.
  4. I 7000 precari si sono venuti a creare con gli anni: lo stesso Cammarata pare ne abbia “assunti” 3000 negli ultimi anni. E sappiamo anche che il problema del precariato di massa s’è venuto a verificare dall’introduzione della Legge 30, la cosiddetta Legge Biagi, che è del Febbraio 2003: sicuramente avrà creato dei dissesti, ma non centinaia di milioni di euro di buco tanto che, durante la gestione Orlando, i conti della città di Palermo erano “certificati da Moody’s con un rating finanziario AA3, cioe’ migliore di quello rilasciato alle piu’ importanti aziende private italiane e allo stesso Stato italiano”.

Paese di Santi, Poeti e Navigatori… mica di Pensatori!

Pillole

Berlusconi, diversamente da come programmato, non è andato all’assemblea dell’Onu a New York per poter seguire la vicenda di Alitalia.

fonte: Reuters (…e invece se ne è andato in un centro di benessere in Umbria…)

Anche se il capo della Polizia si chiama Manganelli, quello della Cei si deve chiamare Crociata?

“Alitalia spreca troppo!” e poi il ministro Scajola istituisce un volo Roma-Albenga che è, ovviaente, sempre vuoto? costo biglietto: 250 euro, numero passeggeri per volo a/r: 10 totale:250*2*10=5.000 euro di entrate, costo del volo per Alitalia a/r: 34.000 euro!!!! (link)

Per tornare sul tema “prostitute”, lo sapete che la Carfagna s’è fatta Mezzaroma?

A livello di immagine – ha detto Alfano rispondendo alla domanda del conduttore Maurizio Belpietro sulla separazione delle carriere – noi sosteniamo che quando in un processo vi
sono tre soggetti – il giudice, il pm e l’avvocato – e i primi due hanno fatto il concorso insieme, vivono nello stesso palazzo, prendono il caffé allo stesso bar e poiché sono colleghi si danno del tu, e poi c’e’ l’avvocato che deve dare del lei ad entrambi, la parità non c’è perché questo evoca l’idea di una maggiore distanza dell’avvocato dal giudice rispetto al pm (fonte RaiNews)

E quindi che facciamo, per un processo prendiamo il pm di Bolzano, un avvocato dell’Aquila e il giudice di Trapani?

Per la serie idee confuse del diritto: “Proponiamo quindi – afferma il capogruppo a Montecitorio, Roberto Cota – l’introduzione di classi ponte per l’alfabetizzazione e l’integrazione sociale”. “Non siamo razzisti – precisa la deputata Paola Goisis – anzi facciamo questa proposta proprio perché vogliamo l’integrazione sociale. Riconosciamo i diritti di tutti ma i nostri vengono prima” (fonte RaiNews)

Parentopoli Sicilia: erano state piazzate tra gli altri, la sorella del presidente del Senato, Renato Schifani, e la cugina del Guardasigilli Angelino Alfano (fonte ANSA). Il governatore della Sicilia Lombardo smentisce…come negare l’evidenza…

PS: notizia dell’ultima ora. Retata tra le prostitute a Roma, portate al CpT per l’espulsione…ma era sovraffollato e quindi le hanno rilasciate…Pagliacci…

Ultimo atto

Non parlo di Alitalia, ma del processo Mills. Oggi c’è stata l’udienza e il giudice Gandus ha dovuto chiamare un call-center per trovare un avvocato che difendesse Berlusconi. Si, pare impossibile, ma è proprio vero. Per rappresentare gli interessi del premier si è presentato solo un praticante non abilitato, che il giudice ha ovviamente ritenuto non idoneo e quindi è passata a cercare un altro avvocato, sospendendo l’udienza e facendo perdere del tempo a tutta la Corte. Infatti i due avvocati di Berlusconi, Piero Longo e Nicolò Ghedini, sono entrambi impegnati in commissione Giustizia. Davvero ligi al loro dovere. Secondo voi, perchè le altre volte non hanno esitato a non presentarsi in parlamento per difendere Silvio e stavolta invece hanno mandato addirittura un praticante non abilitato, con una vera e propria mancanza di rispetto verso la Corte? Sarà che nel frattempo, dall’ultima udienza, è passato il lodo Alfano e quindi anche un bambino in fasce riusciva a difendere un premier che non è più processabile? Credo proprio di si… Poi si è espresso, con il suo solito savoir-faire, sulle scuole e la sicurezza (ieri, mentre Alitalia andava a picco, lui era a San Giuliano di Puglia ad inaugurare la nuova scuola, che crollò nel 2002):

Dobbiamo far sì che quei 27 bambini non siano morti invano…

E’ stata una disgrazia, è crollato un edificio e i costruttori sono stati tutti assolti… Vuole mettere le prime 100 scuole in sicurezza, ma aggiunge:

Devo dirvi che le scuole su cui bisogna esercitare i controlli sono molte molte di più. Quelle in zone ad alta sismicità sono più di 2.700, quelle (in zone) a media sismicità, come San Giuliano, sono più di 12.000

L’Italia intera è zona sismica, diteglielo… E poi, l’apoteosi:

Berlusconi ha quindi invitato i genitori dei bimbi di San Giuliano ad “avere fiducia nella giustizia”. RaiNews24

Lui! Ad avere fiducia della giustizia! Lui ha già dichiarato colpevoli i costruttori che, come ho detto prima, il tribunale ha già assolto.

Lui, DEUS EX MACHINA.