Posts Tagged 'mills'

Quando la Politica supera la Satira

luttazzi_tour_decameron_500_x_500-copyA Berlino stanno costruendo un monumento per ricordare la caduta del Muro. E’ una costruzione in cemento alta tre metri e lunga quanto tutta Berli… uhm…

Daniele Luttazzi

Ho riso davvero molto a questa dimostrazione di maestria satirica di Luttazzi, sabato scorso a teatro.

Non da meno, Silvio (ricordate le intercettazioni Rai in cui i dirigenti lamentavano il fatto che “Berlusconi è stato inquadrato poco ai funerali del Papa“?)  deve rilanciare. E’ lui quello che deve tenere banco.

Credo di aver dato contributi importanti in politica estera, per esempio con l’associazione della Federazione Russa alla Nato che si è celebrata a Pratica di Mare nel 2002, sancendo la fine della guerra fredda.

Silvio Berlusconi, ANSA

La Guerra Fredda è terminata nel summit a Pratica di Mare? Nel 2002? Ed io che ho sempre creduto che fosse finita, simbolicamente, con la caduta del Muro di Berlino (appunto) nel 1989! Nel vertice di Pratica di Mare la Russia ha firmato un trattato storico per entrare nella Nato (avvicinandosi così all’Europa) e per cooperare nella lotta al terrorismo,  ma le ostilità erano terminate, seppur con molti strascichi, da circa un decennio.

Ma si sa che vuole riscrivere i libri di storia, magari facendosi ritrarre da Jacques-Louis David mentre attraversa le Alpi.

L’intervento continua come se niente fosse (come al solito nessuno gli contesta il modesto errore storico) e rincara:

In politica interna, credo di aver contribuito a far rialzare l’Italia all’indomani della stagione di Mani Pulite, quando i partiti che avevano governato per decenni erano stati spazzati via dalla rivoluzione giudiziaria di stampo comunista.

Oooh, una rivoluzione giudiziaria.

Chi se lo sarebbe mai aspettato! Hanno fatto veramente il male per l’Italia questi loschi figuri a far rispettare la legge. Se avevano governato per decenni erano per forza brave persone, no?

L’etica all’estero, Spagna:

Bermejo (ministro della Giustizia, ndA) è stato negli ultimi giorni al centro di violente polemiche per avere partecipato ad una partita di caccia in Andalusia con il giudice Baltasar Garzon, titolare di una inchiesta su episodi di presunta corruzione in ambienti vicini al Partido Popular, il principale movimento di opposizione al premier Zapatero. In una dichiarazione alla stampa Bermejo ha detto di avere consegnato questa mattina la lettera di dimissioni al premier Jose’ Luis Zapatero al palazzo della Moncloa, sede della presidenza del governo. Bermejo ha detto di avere deciso di lasciare l’incarico per impedire che la vicenda della battuta di caccia con Garzon sia ”utilizzata” contro il governo socialista.

ANSA

L’etica in Italia:

Se sono preoccupato per le ripercussioni della sentenza Mills? No, perché sono sicuro al 100% sull’appello. Non voglio commentare altrimenti direi cose molto gravi, meglio di no.

Silvio Berlusconi, ANSA

L’etica in Italia/2:

è evidente che quando la tua parte politica governa, meno informazione c’è e meglio è, meno fastidi ci sono meglio è, meno voci ci sono e meglio è. Se poi si abbina questo alla progressiva fidelizzazione di Mediaset all’avventura politica di Berlusconi, allora non c’è dubbio che l’informazione deve essere tranquilla e che l’approfondimento è meglio farlo scivolare oltre la mezzanotte.

Enrico Mentana, Corriere.it

L’etica in Italia/3:

L’evasione fiscale e’ ”un fenomeno di portata molto ampia, possiamo parlare di evasione di massa”. Lo ha detto il direttore generale del Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, nel corso di un’audizione alla Commissione parlamentare sull’Anagrafe tributaria. […] Per quanto riguarda in particolare l’evasione fiscale, il Dipartimento delle Finanze, ha sottolineato, stima che ”l’ammontare del valore aggiunto lordo evaso stimato per il 2004 sia di circa 200 miliardi di euro.

ADNKronos

L’etica in Italia/4:

C’e una norma di diritto naturale che dice che se c’è uno Stato che chiede un terzo di quanto guadagni allora la tassazione ti appare una cosa giusta. Ma se ti chiede il 50-60% di ciò che guadagni, come accade per le imprese, ti sembra una cosa indebita e ti senti anche un pò giustificato a mettere in atto procedure di elusione e a volte anche di evasione.

Silvio Berlusconi, il Giornale (!!!)

Con uno così, far ridere per i Luttazzi è davvero troppo dura.

Annunci

Il Bagaglino culturale dell’Italia

bagaglinoSale il sipario a SanRemo, scende su tutto il resto d’Italia.

Possibile che i soldi al conduttore, mal riposti viste le gag e le scelte artistiche di dubbio gusto (per una volta si può dire che le canzoni sono protagoniste, nel bene e nel male), cancellino l’intera giornata di notizie a susseguirsi?

Vittoria in Sardegna, condanna a Mills, dimissioni di Berlusconi, Festival.

Non capisco se sia un climax ascendente o discendente.

Scusate, ho scritto Berlusconi al posto di Veltroni. Mi pareva che la frase seguisse meglio un filo logico in quel modo.

All’Idv ricordo che qui svolgiamo attivita’ parlamentare. Grazie a questa attivita’ ricordiamo la nostra straordinaria vittoria di ieri in Sardegna con dieci punti di scarto sul governatore della sinistra uscente. Noi cosi’ facciamo politica, non con le sentenze di primo grado.

Giuseppe Consolo, PdL (ANSA)

Possibile che valga di più una vittoria elettorale della fedina penale o della moralità? Ma  è una moralità di primo grado, suvvia.

Berlusconi corruttore? Lo possiamo dire? “E’ solo il primo grado”. Quindi? Omissis.

Elezioni in Sardegna, vince del 9/10% il centrodestra (nome candidato: n.p.) contro Soru. UdC si schiera col Cavaliere: “atto di coerenza”, spiega Casini (tra l’ilarità generale). Con il suo 9,31% di voti l’UdC è stata più che determinante per la vittoria del centrodestra (la situazione sarebbe inffatti ribaltata se ci fossero le stesse alleanze dell’opposiizone parlamentare). Che sia la testa di ponte per rientrare al Governo? I “casinari” fugano ogni dubbio:

Il Pdl dovrebbe riflettere, a livello nazionale, sul voto sardo – continua Capelli -. L’Udc ha fatto una scelta coerente e opportuna e una possibile alleanza anche a Roma mi vedrebbe favorevole. Noi siamo alleati affidabili.

Il Tempo

Ora potrà nascere senza problemi SilvioLandia: Soru gli aveva messo i bastoni fra le ruote introducendo un piano regolatore per le coste (dove ha casualmente una villa-parco Silvio con sbocco privato sul mare), le tasse sul lusso (seconda casa dei non residenti, imbarcazioni più di 14 metri, aeromoili privati) e lo sputtanamento della precedente giunta di centrodestra in cui fu scoperto un buco di 4 miliardi di euro nel bilancio.

Sapete chi era Assessore al Bilancio? Esatto, Ugo Cappellacci, l’attuale governatore neoeletto.

Cabaret.  Sembra il Bagaglino ma purtroppo siamo a  San Remo:

“tu sei uomo? No sai, perchè al giorno d’oggi non si sa mai…”

“mi aiuti, per Paul è la prima volta…” “Ma perchè la prima volta sua la deve fa’ proprio con me?”

Mi sembrano le frasi giuste nella serata della contestazione del brano di Povia.

Per fortuna, come dice Grillo, ci sono i comici a spiegare le cose:

gli omosessuali sono stati perseguitati perchè amavano un’altra persona: non c’è delitto più infame

ricorda Benigni. Finalmente.

Ultimo atto

Non parlo di Alitalia, ma del processo Mills. Oggi c’è stata l’udienza e il giudice Gandus ha dovuto chiamare un call-center per trovare un avvocato che difendesse Berlusconi. Si, pare impossibile, ma è proprio vero. Per rappresentare gli interessi del premier si è presentato solo un praticante non abilitato, che il giudice ha ovviamente ritenuto non idoneo e quindi è passata a cercare un altro avvocato, sospendendo l’udienza e facendo perdere del tempo a tutta la Corte. Infatti i due avvocati di Berlusconi, Piero Longo e Nicolò Ghedini, sono entrambi impegnati in commissione Giustizia. Davvero ligi al loro dovere. Secondo voi, perchè le altre volte non hanno esitato a non presentarsi in parlamento per difendere Silvio e stavolta invece hanno mandato addirittura un praticante non abilitato, con una vera e propria mancanza di rispetto verso la Corte? Sarà che nel frattempo, dall’ultima udienza, è passato il lodo Alfano e quindi anche un bambino in fasce riusciva a difendere un premier che non è più processabile? Credo proprio di si… Poi si è espresso, con il suo solito savoir-faire, sulle scuole e la sicurezza (ieri, mentre Alitalia andava a picco, lui era a San Giuliano di Puglia ad inaugurare la nuova scuola, che crollò nel 2002):

Dobbiamo far sì che quei 27 bambini non siano morti invano…

E’ stata una disgrazia, è crollato un edificio e i costruttori sono stati tutti assolti… Vuole mettere le prime 100 scuole in sicurezza, ma aggiunge:

Devo dirvi che le scuole su cui bisogna esercitare i controlli sono molte molte di più. Quelle in zone ad alta sismicità sono più di 2.700, quelle (in zone) a media sismicità, come San Giuliano, sono più di 12.000

L’Italia intera è zona sismica, diteglielo… E poi, l’apoteosi:

Berlusconi ha quindi invitato i genitori dei bimbi di San Giuliano ad “avere fiducia nella giustizia”. RaiNews24

Lui! Ad avere fiducia della giustizia! Lui ha già dichiarato colpevoli i costruttori che, come ho detto prima, il tribunale ha già assolto.

Lui, DEUS EX MACHINA.

Come dargli torto?

C’ho pensato e ripensato e non riesco a trovare un motivo valido. Le notizie ci fischiano intorno come pallottole vaganti, spesso sparate alle spalle.  Ieri sera ho seguito Ballarò dove DiPietro e Bersani (ovvero DiPietro) si confrontava e attaccava Gasparri e CIcchitto. Le motivazioni, le affermazioni, le prove che questi ultimi portavano erano davvero scadenti, ad un occhio critico erano anche nulle perchè spesso eludevano la domanda. Anche Rutelli avrebbe capito. E se lo capisce lui…”Pliis visit auar cauntri”.

Ma come dare torto ad un centrodestra che “solitario nella notte va / se lo incontri gran paura fa / il suo volto ha la maschera / SIlvio” (sulle note di Tiger Man)?

Senza un minimo di opposizione, possono dire quel che vogliono.

Non pensare ad un elefante rosa. Non pensare ad un elefante rosa.

A cosa stai pensando? Appunto.

Non pensare che questa sia una legge “ad personam” sennò sei comunista. Lo stai pensando? Sei comunista! No, ma io non voglio essere comunista, quindi quella non è una legge ad personam.

Il mago SIlvan, in confronto, era un dilettante.

Ieri giornata colossale:

  1. Alitalia: “dovete firmare il contratto sennò se fallisce addio ammortizzatori sociali”: questo si chiama ricatto, caro presidente del Consiglio.
  2. dopo che Fini ha invitato all’antifascismo come posizione democratica, Azione Giovani risponde con una lettera del suo presidente: “Ce l’ho messa tutta per trovare un motivo valido per essere antifascista ma non l’ho proprio trovato anzi ne ho trovati molti per non esserlo. A questo punto ti prego di capirmi e con me tutti i ragazzi di Azione Giovani. Prego Dio affinché ci dia la forza di perdonare chi in nome dell’antifascismo ha ucciso giovani vite innocenti; ma cerca di comprenderci noi non possiamo essere, non vogliamo essere e non saremo mai antifascisti.”: questa si chiama ipocrisia e strumentalizzazione.
  3. Alemanno, sindaco di Roma, vara una legge in cui se sei vestita con abiti succinti prendi una multa fino a 200euro (poi sarà estesa fino a 500). L’associazione Vigili del comune di Roma ha chiesto al sindaco “quanto deve essere corta una gonna per far scattare il reato?” e nel frattempo chiede alle romane di vestirsi meno provocatoriamente. Il mondo impazzisce. Una signorina bella in minigonna (legittimo!) che aspetta al semaforo: se uno si affianca con l’auto per abbordarla prende 200 euro di multa il tizio e la signorina.
  4. La crisi avanza, tra poco gli Stati Uniti saranno in ginocchio. E’ crisi, soprattutto quando presti 85 miliardi di dollari ad una compagnia (AIG) e ne immetti 70 come denaro liquido. Tra un po’, come nel ’29, faranno la spesa con una carriola di soldi per un chilo di pane.
  5. Il ministro Brunetta rilancia i Dico attraverso i “Di.do.re” (fa ridere lo so) “diritti e doveri di reciprocità dei conviventi”. Ma è il suo compito, visto che lui è ministro della funzine pubblica? Perchè il ministro del welfare (o come si chiama adesso) non ne ha parlato prima?
  6. “Allarme” della CEI perchè ci sono meno entrate dall’8 per mille, causate dall’aumento delle preferenze nei contribuenti italiani, di destinare la cifra a ricerca e Stato. . Argomento che in Italia dovrebbe avere una certa risonanza, ma di cui non si è parlato. Per chi volesse una volta per tutte vedere come usano quei soldi, troverà questo link interessante.
  7. Silvio Berlusconi ricusa oggi il giudice Gandus nel processo Mills a Milano (per la seconda volta, la prima è già stata respinta se non erro). Perchè? Lui adesso, con quella leggina (ricordo è stata la prima legge varata da questo governo) ne è imune, perchè si interessa ancora? Ha forse qualcosa da temere? Mills non può ricusare il giudice con la sua bocca  tramite il suo avvocato? Ai fini della legge una ricusazione presentata da Mills o da Berlusconi è uguale. Anzi no, ora che ci penso. Se la ricusazione di Berlusconi andasse a buon fine, ci si prospetta questo panorama: il processo a David Mills cambierà il giudice perchè la Gandus (ovvero il giudice) è prevenuta nei confronti di Silvio Berlusconi. Ma scusate, in caso il giudice deve essere prevenuta nei confronti dell’imputato, non di un terzo. Disgustorama!

Tutte queste notizie, e nessun polverone. Come dargli torto quindi? L’unico che scalcia, ribadisco, è DiPietro (che tra l’altro ieri sera ha dato la notizia della ricusazione della Gandus da parte di Berlusconi tra le risa di Cicchitto). Solo che lui, a differenza del centrosinistra, non controlla (o ha dalla sua parte) nè giornali (vedi Repubblica) nè televisioni (vedi, che so, RaiTre) e il suo bacino di utenza sono quel 4% che lo seguiva prima e lo segue ora.

Perchè state sicuri, alle prossime elezioni l’unico che non perderà voti sarà lui.

Notizia dell’ultima ora: sciopero di 4 ore in Alitalia, 40 voli cancellati. “Chi durante una trattativa indice uno sciopero dimostra grande irresponsabilità – tuona il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli a Sky Tg24 – Le parti stanno trattando, il Governo è impegnato in prima persona e indire uno sciopero in questo momento dimostra solamente un senso di irresponsabilità”. Domani non avranno più il lavoro (e, se Silvio dice il vero, con pochi ammortizzatori sociali), come biasimarli?